Portale dell'Associazione Italiana di Termoelettricità

Statuto

Atto costitutivo dell’“Associazione Italiana di Termoelettricità”


L’anno 2014 il giorno 26 del mese di giugno sono presenti i signori soci fondatori:
- Umberto Anselmi Tamburini nato a Crema (CR) il 30/9/1958, residente a San Genesio ed Uniti (PV) cap 27010 in via delle Camelie, 4, codice fiscale NSLMRT58P30D142R
- Alberto Castellero nato a Torino il 31/7/1973, residente a Torino cap 10126 in via Pietro Giuria 28, codice fiscale CSTLRT73L31L219K
- Matteo Paolo Giuseppe Codecasa nato a Milano il 11/02/1972, residente a Lecco (LC) cap 23900 in C.so Martiri della Liberazione 59, codice fiscale CDCMTP72B11F205T
- Dario Narducci nato a Milano il 21/12/1960 residente a Milano cap 20146 in via dei Fiordalisi 1, codice fiscale NRDDRA60T21F205F
- Giovanni Pennelli nato a Lucca il 23/10/1967, residente a Capannori, fraz. di Lunata (LU) cap 55012 in via dei Giomi 5/a, codice fiscale PNNGNN67R23E715T
- Andrea Tona nato a Torino il 29/7/1978, residente a Beinasco (TO), cap 10092 in via Puccini 3, codice fiscale TNONDR78L29L219J
i quali pattuiscono quanto segue:


ART. 1 È costituita la “Associazione Italiana di Termoelettricità” altrimenti denominata “Italian Thermoelectric Society” e con acronimo “AIT”.


ART. 2 La AIT ha lo scopo di promuovere lo studio e la ricerca nel settore dei fenomeni termoelettrici e delle loro applicazioni e in particolare:
- di favorire e incrementare la ricerca scientifica nel settore della termoelettricità;
- di divulgare la conoscenza dei fenomeni termoelettrici e l’importanza delle loro applicazioni nel quadro del benessere e del progresso nazionale, europeo e mondiale;
- di attivare e mantenere relazioni con associazioni, società ed organizzazioni nazionali di altri paese aventi analoghi scopi, con la European Thermoelectric Society e con la International Thermoelectric Society;
- di promuovere e favorire lo studio dei fenomeni termoelettrici nelle università, negli enti pubblici e privati di ricerca e nelle scuole di ogni ordine e grado.


ART. 3 L’Associazione Italiana di Termoelettricità ha sede in Milano, via dei Fiordalisi 1. Tale sede potrà essere trasferita con delibera del Consiglio Direttivo, senza necessità di modificare il presente atto.


ART. 4 La AIT è composta da soci ordinari e soci onorari. Possono essere soci ordinari individuali le persone fisiche e soci ordinari collettivi gli Istituti, i Dipartimenti, le Scuole, e tutti gli altri Enti interessati allo sviluppo della Termoelettricità delle sue applicazioni.
La nomina dei soci onorari è a vita ed è riservata a persone di riconosciuto valore scientifico che in Italia o all’estero abbiano notoriamente contribuito allo sviluppo e alla ricerca nel settore dei fenomeni termoelettrici e delle loro applicazioni
Il numero massimo e le modalità di nomina dei soci onorari sono stabiliti dal Regolamento della AIT.
L’ammissione dei soci è deliberata dal Consiglio Direttivo. La nomina dei soci onorari è deliberata dell’Assemblea dei soci.
I soci possono essere soci individuali (persone fisiche) e soci collettivi (persone giuridiche). Possono essere soci individuali coloro che in ragione dell’attività scientifica e professionale che svolgono, abbiano un particolare interesse nello sviluppo e nella ricerca nel settore dei fenomeni termoelettrici e delle loro applicazioni. Possono essere soci collettivi Enti pubblici e privati, istituti universitari e associazioni culturali che abbiano tra le proprie finalità la ricerca scientifica o tecnologica nel settore dei fenomeni termoelettrici ovvero il loro impiego in contesti applicativi o industriali.


ART. 5  L’ammissione dei soci è deliberata dal Consiglio direttivo dell’Associazione. La qualità di socio si perde per dimissioni o per decadenza, in caso di mancato versamento dei contributi associativi, o per radiazione. La radiazione di un socio individuale o collettivo potrà essere deliberata dal Consiglio direttivo della AIT, quando l’attività del socio sia in contrasto con gli scopi della AIT o sia ad essi pregiudizievole oppure quando il socio si sia reso colpevole di atto lesivo della morale e dell’onore.


ART. 6 Per assumere la qualità di socio è necessario provvedere al pagamento dei contributi associativi laddove previsti. L’importo, le tempistiche di versamento, la modulazione ed ogni altro aspetto legato alla definizione dei contributi associativi è deliberato annualmente dal Consiglio direttivo.


ART. 7 Sono organi della AIT:
a) l’Assemblea;
b) Il Consiglio direttivo;
c) il Comitato esecutivo;
d) il Presidente;
e) il Segretario generale.


ART. 8 L’Assemblea è composta da tutti i soci e si riunisce di regola una volta ogni anno su convocazione del Presidente, previa delibera del Consiglio Direttivo. L’avviso di convocazione deve essere inviato ai soci, anche per via telematica, almeno quindici giorni prima della data fissata e deve contenere l’indicazione del luogo, giorno ed ora della riunione e l’elenco degli argomenti da trattare.
Ogni socio dispone di un voto e deve esprimerlo personalmente o a mezzo di un altro socio munito di delega.
L’Assemblea:
1. esprime le linee di indirizzo scientifico ed operativo della AIT;
2. nomina i soci onorari;
3. elegge il Presidente e il Segretario generale;
4. elegge il Consiglio direttivo ed il Comitato Esecutivo, definendone anche il numero dei componenti;
5. approva il bilancio di previsione ed il bilancio consuntivo della AIT.
Le votazioni per le elezioni del Presidente, del Segretario generale, del Consiglio direttivo e della Giunta esecutiva possono avvenire anche per via telematica ove sia garantita la segretezza e l’unicità del voto. La legittimazione attiva e passiva è subordinata alla condizione di cui all’art. 6. 


ART. 9 Le deliberazioni dell’Assemblea sono prese a maggioranza di voti e con la presenza di almeno un terzo dei soci in prima convocazione e a maggioranza dei presenti in seconda convocazione.
L’atto costitutivo e lo statuto possono essere modificati dall’Assemblea su proposta del Consiglio direttivo o di almeno un quinto dei soci con il voto favorevole di almeno due terzi dei soci. È ammesso il voto attraverso delega scritta ad un altro socio.
Per deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto di almeno tre quarti dei soci. È ammesso il voto attraverso delega scritta ad un altro socio.


ART. 10 Il Consiglio direttivo è composto da un minimo di tre ad un massimo di cinque membri eletti dai soci con votazione segreta, senza liste di candidati. Ciascun socio può designare non più di tre nomi. Le schede recanti un numero maggiore di designazioni sono valide limitatamente alle prime tre. I membri del Consiglio direttivo durano in carica tre anni e non possono essere rieletti più di due volte consecutive.
In caso di vacanza nel corso del triennio subentrano, nell’ordine, i primi dei non eletti. Se nessuno dei non eletti si rende disponibile, il Consiglio direttivo ha facoltà di procedere, per cooptazione, all’integrazione del Consiglio stesso, fino alla scadenza del termine della sua durata in carica; in alternativa, il Consiglio direttivo può convocare l’assemblea per fare eleggere i consiglieri da sostituire.
Il Consiglio direttivo si riunisce su convocazione del Presidente (o di altro soggetto da lui delegato) o su richiesta di almeno tre dei suoi membri. L’avviso di convocazione deve essere inviato ai suoi membri almeno quindici giorni prima della data fissata e deve contenere l’indicazione del luogo, giorno ed ora della riunione e l’elenco degli argomenti da trattare.
Il Consiglio direttivo assume le proprie decisioni a maggioranza dei propri membri.
Il Consiglio direttivo:
1. delibera azioni in coerenza con le linee di indirizzo scientifico espresse dall’Assemblea;
2. promuove iniziative scientifiche coerenti con gli obiettivi statutari dell’AIT;
3. fornisce indicazioni vincolanti al Comitato esecutivo relativamente alle relazioni della AIT con associazioni, società ed organizzazioni nazionali di altri paese aventi analoghi scopi e con la European Thermoelectric Society e con la International Thermoelectric Society.


ART. 11 Il Comitato esecutivo è composto da un minimo di tre membri ad un massimo di cinque membri ed assume le proprie decisioni a maggioranza dei propri membri. Il Comitato esecutivo è eletto dai soci con votazione segreta, senza liste di candidati. Ciascun socio può designare un solo nome. Le schede recanti un numero maggiore di designazioni sono valide limitatamente alla prima. I membri del Comitato esecutivo durano in carica tre anni e non possono essere rieletti più di due volte consecutive.

Il Comitato esecutivo:
1. attua l’indirizzo dell’Assemblea e le deliberazioni del Consiglio direttivo;
2. riferisce all’Assemblea e al Consiglio direttivo sull’attività dell’Associazione;
3. provvede alla amministrazione dei fondi sociali;
4. predispone i bilanci;
5. propone al Consiglio l’ammissione, la decadenza e la radiazione dei soci;
6. convoca l’Assemblea quando lo ritiene necessario o almeno un quinto dei soci ne faccia richiesta;
7. nomina, su proposta del Segretario generale, uno o più Vice Segretari.


ART. 12 Il Presidente:
1. rappresenta l’Associazione di fronte ai terzi;
2. presiede l’Assemblea;
3. è membro di diritto e presiede il Consiglio direttivo e il Comitato esecutivo; in caso di impedimento è sostituito nelle sue funzioni da un membro del Comitato esecutivo da lui delegato o, in mancanza di delega, dal Segretario generale.


ART. 13 Il Segretario generale, oltre ai poteri che gli vengono specificatamente attribuiti dal Consiglio direttivo e dal Comitato esecutivo, ha tutti i poteri relativi alla ordinaria amministrazione, che non siano dal presente Statuto e dalla legge riservati agli altri organi dell’Associazione.
Il Segretario generale partecipa alle riunioni del Consiglio direttivo e del Comitato esecutivo senza diritto di voto ove non sia membro di uno dei suddetti organi.


ART. 14 Il Presidente e il Segretario generale sono eletti dai soci con votazione segreta in una lista di candidati che devono depositare la propria candidatura presso il Consiglio direttivo almeno quindici giorni prima della data fissata per le votazioni. Ciascun socio può designare un solo nome per ciascuna carica. Le schede recanti un numero maggiore di designazioni sono valide limitatamente alla prima.
Il Presidente e il Segretario generale durano in carica tre anni e non possono essere rieletti più di due volte consecutive.


ART. 15 Per tutto quanto non previsto in tale atto costitutivo e nell’allegato statuto valgono le norme in materia del Codice Civile.

ART. 16 I soci fondatori, in fase di prima nomina, compongono gli organi sociali per l’avvio ed il funzionamento dell’AIT, assegnando le seguenti cariche:
Sig. Dario Narducci Presidente
Sig. Giovanni Pennelli Segretario Generale
Sig. Andrea Tona Consigliere Direttivo
Sig. Umberto Anselmi Tamburini Consigliere Direttivo
Sig. Matteo Paolo Giuseppe Codecasa Consigliere Direttivo
Sig. Alberto Castellero Consigliere Direttivo
Sig. Umberto Anselmi Tamburini Componente del Comitato esecutivo
Sig. Alberto Castellero Componente del Comitato esecutivo
Sig. Matteo Paolo Giuseppe Codecasa Componente del Comitato esecutivo

Patrocinato da ICMATE - CNR

Sede e direzione

Corso Stati Uniti, 4 - 35127 Padova

Telefono: 049.8295.850 - 851

Fax: +39 049.8295.853 - 852

Area Riservata Accedi all'area riservata

Per offrire il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla Informativa sui cookies. Maggiori informazioni